Silpnapoli.it

Sito ufficiale del Sindacato Italiano Lavoratori Polizia CGIL - Segreteria Provinciale di Napoli

Archive for the 'Straordinari e indennità varie' Category

PAGAMENTO DELLO STRAORDINARIO EFFETTUATO NELL’AMBITO DEI SERVIZI RESI PER L’EMERGENZA NOMADI

euro21.gif IL SILP per la CGIL OTTIENE UN ALTRO IMPORTANTE RISULTATO.

PAGAMENTO DELLO STRAORDINARIO EFFETTUATO NELL’AMBITO DEI SERVIZI RESI PER L’EMERGENZA NOMADI - O.P.C.M. 3828 DEL 27/11/2009.


SCARICA IL COMUNICATO

No comments

Compenso lavoro straordinario – Mancato pagamento

Al Ministero dell’Interno
Dipartimento della P.S.
Ufficio per le Relazioni Sindacali

Nota di protesta e richiesta di intervento

Ci giungono segnalazioni dal territorio circa il mancato pagamento del lavoro straordinario effettuato dal primo gennaio 2008, motivato dagli uffici amministrativi contabili territoriali con l’applicazione del disposto normativo di cui all’art. 3, comma 83 della legge 244/2007 (Legge Finanziaria 2008).

In via preliminare, questa O.S. ritiene, comunque, che la norma in questione, in relazione al combinato disposto di cui ai commi 81, 82, 83 e 84 del citato art. 3, non dovrebbe trovare applicazione per le Forze di Polizia.

In ogni caso, appare incontrovertibile che l’applicazione della norma introdotta dalla legge finanziaria è demandata alla responsabilità delle Pubbliche Amministrazioni e non in capo ai lavoratori, ai quali, se hanno effettuato prestazioni di lavoro straordinario, deve essere necessariamente corrisposto il relativo emolumento.
È compito dell’Amministrazione dover attivare i sistemi di rilevazione automatica delle presenze e, comunque, in maniera preventiva rispetto alla effettuazione del lavoro straordinario.
Se così non fosse, dovremmo pensare che l’Amministrazione dovrebbe comunicare al personale dipendente che l’eventuale lavoro straordinario non potrà essere remunerato fino all’attivazione dei sistemi di rilevazione automatica delle presenze. Come dire “lavorate in più perché poi non venite pagati”.

Se a ciò aggiungiamo che il compenso di lavoro straordinario è inferiore a quello ordinario, riteniamo che la beffa sia completa.

Non può essere questo lo spirito della norma introdotta nella legge Finanziaria 2008, la quale, ripetiamo, fa cadere l’obbligo della sua attuazione in capo alle Amministrazioni, le quali debbono attivarsi per introdurre i sistemi di rilevazione automatica delle presenze, qualora non esistenti.
Si ritiene, quindi, che fino alla completa attivazione del sistema di rilevazione automatico la norma in questione non può trovare applicazione.

Da notizie avute, si aggiunge che il personale dell’Arma dei Carabinieri, che si trova nella medesima nostra situazione, ha regolarmente percepito i relativi emolumenti per compenso lavoro straordinario effettuato fino al mese di febbraio 2008, mentre il personale della Polizia di Stato deve ancora percepire la mensilità di gennaio 2008.

Ciò premesso, riservandoci ulteriori approfondimenti anche di carattere giuridico, si richiede un tempestivo intervento di codesto ufficio che sblocchi la situazione in atto, ripristinando il pagamento degli emolumenti per il compenso del lavoro straordinario al personale della Polizia di Stato.

Si resta in attesa di un cortese urgente riscontro.

Distinti saluti.

Roma 31 marzo 2008

LA SEGRETERIA NAZIONALE

No comments

Reparti prevenzione crimine aggregati a Napoli: quale indennità?

Al Ministero dell’Interno
Dipartimento della P.S.
Ufficio Rapporti Sindacali
R  O  M  A

Sempre più frequentemente, alla Direzione centrale del servizio controllo del territorio sembra regnare la più totale confusione.
L’ultimo caso in ordine di tempo è quanto sta succedendo al personale dei vari reparti prevenzione crimine aggregati a Napoli, per lo svolgimento di delicatissimi servizi di Polizia.
Al predetto personale, sembra sia stato assicurato direttamente dal Direttore centrale del Servizio Dott/ssa STRADIOTTO Daniela, che sarebbe stata pagata l’indennità di O.P. fuori sede.
Contrariamente invece gli uffici amministrativi contabili vogliono liquidarli con un indennità di missione ridotta.
Riteniamo innanzitutto che, nessuno sia autorizzato a garantire cose che poi non si è sicuri di mantenere, e perlomeno vogliamo vedere cosa ha fatto il predetto funzionario per cercare di far ottenere al personale l’indennità di O.P. promessa.
Invero sempre più spesso si ha l’impressione di assistere ad episodi di scollamento, tra chi materialmente opera e quanto sono chiamati a coordinare l’attività su tutto il territorio nazionale, spesso anche con soverchia arroganza.
Per quanto sopra premesso, il SILP ritiene che al personale in parola debba essere pagata l’indennità di O.P. fuori sede, visto peraltro le modalità di impiego.
La Segreteria nazionale in indirizzo è pregata di accertare inoltro le condizioni in cui operano i reparti prevenzione crimini, significando che ove si riscontrassero responsabilità ai livelli Ministeriali la forma di protesta che molti operatori, di diversi reparti territoriali, chiedono di attuare realtà, per le precarie condizioni di vita e di lavoro, venga fatta a Roma davanti alla Direzione del Servizio.
Il Segretario Generale
Tommaso Delli Paoli

No comments

Reparti Mobili

Sul sito www.silp.cgil.it è stata pubblicata la nota trasmessa dal Dipartimento inerente il compenso per i cambi turni del personale in servizio presso i reparti mobili.

Il SILP ha già fatto sapere che ogni decisione che adotterà il Dipartimento deve essere rigidamente supportata dalla normativa in vigore e, che non accetterà eventuali interpretazioni di comodo che possono ledere gli interessi dei lavoratori di polizia, specialmente quelli impegnati nel difficilissimo e delicato lavoro che si espleta presso i reparti mobili.

Le problematiche dei reparti, verranno inoltre affrontate dal SILP, durante la prossima audizione della commissione nominata dal Capo della Polizia, per la verifica delle reali condizioni operative dei reparti mobili.

(Dal Notiziario della Segreteria Nazionale, 26 febbraio 2007)

No comments

Finanziaria 2007: Esito dell’incontro con il Vice Ministro on.le Minniti

finanziariaLe scriventi organizzazioni sindacali (SIULP, SIAP-ANFP, SILP-CGIL, CONSAP ITALIA SICURA,  FSP, COISP, UILPS) in rappresentanza del 90% dei Poliziotti, hanno incontrato il Vice Ministro Minniti su delega del Ministro dell’Interno, all’incontro hanno partecipato per il Dipartimento della P.S. il V. Capo Prefetto Procaccino ed il Prefetto Cazzella. L’incontro svoltosi in un clima sereno e costruttivo nell’interesse di tutti, si è tenuto solo grazie all’espressa richiesta dei sindacati del cartello unitario, per un confronto sui temi da noi posti nella piattaforma unitaria, ed il conseguente stato delle soluzioni adottate e/o da adottare nell’iter legislativo del disegno di legge finanziaria afferenti il comparto Sicurezza.

Nel corso dell’ incontro il Vice Ministro riferiva che, Il Governo si è impegnato a definire e finalizzare in modo completo, nel corso del dibattito parlamentare sulla Finanziaria, gli elementi assunti con il cartello sindacale unitario, riguardanti le note questioni inerenti alla sicurezza ed i suoi operatori, in particolare:

  • Saranno ripristinati i fondi tagliati dal precedente Governo per le spese sanitarie dei poliziotti, lo stanziamento previsto non sarà inferiore ai 10 ml di euro. Abbiamo evidenziato che, il 2006 al momento non prevede copertura di spesa per le spese sanitarie, quindi va trovata idonea soluzione al fine di evitare che, le spese sanitarie contratte per motivi di servizio possano gravare sul personale.
  • Adeguato finanziamento delle specificità dei servizi di polizia, la cifra non è ancora quantificata per le indennità accessorie, ma il V. Ministro assicurava  che, gli stanziamenti economici per la specificità saranno varati, ed i fondi necessari reperiti prima dell’approvazione definitiva della finanziaria da parte delle due Camere del Parlamento.
  • Assunzione personale: gli Ausiliari del 63° e 64° per complessivamente 1316 unità, saranno assunti nell’ambito dei 2000 posti previsti per il Comparto Sicurezza, su nostra pressante richiesta l’esponente del Governo riferiva che le assunzioni possibili possono arrivare a 3000 unità.
  • Fondo speciale per la sicurezza della Polizia di Stato, grazie alla vertenza sicurezza del cartello dei sindacati unitari, il V. Ministro riferiva che ad oggi sono già stati stanziati 130 ml. di euro per le spese in conto capitale e parte corrente.

Ciò premesso, resta confermata la mobilitazione e la nostra vigile attenzione sull’iter dei lavori parlamentari della finanziaria, nell’attesa delle risoluzioni formali e definitive, oltre la conferenza stampa unitaria indetta per il 22.11.2006 alle ore 11,30 presso la sala stampa dell’Hotel Nazionale – Sala Capranichetta, in vista della Manifestazione Generale di piazza da tenersi il 04.12.2006.

No comments

AL Sig. Questore

Pensavamo di averle viste tutte, invece quello che succede al R.P.C.C. in relazione al pagamento delle missioni ci fa comprendere che, raggiunto il fondo si può ancora scavare per scendere più in basso e, l’Amministrazione alcune volte ci riesce.

Nei fatti coloro i quali vengono comandati di servizio in una certa località, una volta che hanno raggiunto l’ufficio e si portano su quel posto di servizio scoprono che quest’ultimo è vicino alla propria residenza non percepiscono la trasferta. Se veramente l’amministrazione intende così comportarsi, è evidente che ai dipendenti deve essere data l’opportunità non di recarsi di servizio partendo dalla sede del proprio ufficio, ma dalla propria abitazione, il che come Lei ben comprende è impossibile per un Reparto organico, quale è appunto l’ufficio Prevenzione Crimine Campania.

Ciò premesso, ritenendo che siamo di fronte ad una catttica interpretazione della normativa sulle trasferte da paret di qualche funzionario dell’ufficio amministrativo contabile, stiamo a chiederLe la risoluzione del problema, per evitare di dover anche su questo, promuovere un’azione di pubblica protesta.

No comments

Definito l’accordo per i servizi istituzionali anno 2005

In data 06 settembre si è tenuto il previsto incontro, per l’utilizzazione delle risorse previste dal fondo unico per l’efficienza dei servizi istituzionali anno 2005 che, salvo imprevisti, sarà firmata la prossima settimana alla presenza del Sottosegretario all’Interno e dei vertici del Dipartimento.

Si riporta di seguito una sintesi della ripartizione delle suddette riserse:

  • €17,50 per ciascun turno di reperibilità;
  • €8,70 per ogni cambio turno;
  • €2,25 giornalieri per l’effettiva presenza;
  • €6,40 per ciascun servizio reso in alta montagna.
No comments