Silpnapoli.it

Sito ufficiale del Sindacato Italiano Lavoratori Polizia CGIL - Segreteria Provinciale di Napoli

Archive for the 'Silp scrive al Questore' Category

IL SILP SCRIVE AL QUESTORE - PROBLEMATICHE POSTO FOTOSEGNALAMENTO INTERNO QUESTURA

fotosegnalamento_large.jpg 

 

AL SIGNOR QUESTORE DI NAPOLI

^^^^^
Spesso il sindacato è costretto a fare la parte di chi, consapevole delle Sue possibilità d’intervento, denuncia cose che richiedono forte investimento di danaro che Lei mai potrà soddisfare. Ci sono cose che potrebbero essere affrontate con determinazione e spirito di iniziativa senza impegnare grossi capitali, alleviando sofferenze e disservizi che si ripercuotono sulla sicurezza e l’incolumità dei lavoratori di polizia e degli stessi cittadini.

È stato mortificante per me prima come poliziotto poi come cittadino e soprattutto come sindacalista vedere degli operatori di polizia con il rischio della propria vita ma anche quelle delle persone da loro arrestate attraversare l’ampia carreggiata di via Medina per recarsi alla Caserma Iovino per fotosegnalarli.

Lo spostamento della Polizia Scientifica dai pessimi locali del 6° piano della Questura, ai ristrutturati, climatizzati e confortevoli locali all’interno della Caserma Iovino, non può ricadere come un fatto negativo, ma come una conquista nella quale un importante segmento della Polizia di Stato possa lavorare in uffici confacenti alle necessarie attività di supporto investigative.

Signor Questore, questo eccezionale risultato logistico, non può e non deve assolutamente trasformarsi in una frustrazione per il restante personale di polizia che lavora nel palazzo della Questura ed in particolare per quelli della Squadra Mobile, che incessantemente in tutte le ore del giorno e della notte sono alle prese con criminali di ogni genere da fotosegnalare (vorrei invitarLa ad una riflessione che io e tanti altri colleghi della Mobile abbiamo fatto, ed quella che  nel momento in cui viene portato a foto segnalare un arrestato scampato all’ agguato, non pensa che possa essere obiettivo di rivalsa anche fuori la Questura e poi immagini la calca di parenti di arrestati che si soffermano per giorni interi davanti alla Questura).

………………CONTINUA……… SCARICA IL COMUNICATO

No comments

PARCHEGGIO AUTO POLIZIA

Al Signor Questore di Napoli

 Signor Questore,
 La “ringraziamo” per averci informato che le autovetture di servizio non possono essere parcheggiate nella zona pedonale antistante la Questura (lato Via Cervantes); questo nella consapevolezza che i poliziotti, in primis, devono rispettare le  leggi e i regolamenti.
Precisazione questa che ci mette tutti sul versante dei comportamenti legali e virtuosi, rimane il problema di dove il personale di Polizia deve parcheggiare le autovetture di servizio.
Qui entra  in gioco il Suo autorevole ruolo che, oltre alla emanazione della circolare peraltro scontata, dovrebbe anche farsi carico dell’assegnazione di spazi congrui per il parcheggio delle menzionate autovetture, come avviene per altri corpi di polizia.
L’alternativa (molto concreta) è che i colleghi impieghino gran  parte della giornata e del loro turno di servizio  a girare intorno alla Questura senza mai potersi fermare.
E’ il caso di ricordarLe inoltre che i  Poliziotti napoletani in servizio alla Questura di Napoli già subiscono uno stress psicofisico quotidiano, in quanto, come Lei ben sa sono costretti a fronteggiare l’annoso problema relativo al parcheggio delle proprie autovetture prima ancora di iniziare la giornata lavorativa.
Per quanto sopra premesso, si chiede di voler individuare nuove aree da destinare a parcheggio delle auto di servizio, al fine di evitare inutili perdite di tempo e carenze operative.
Si resta in attesa di urgenti determinazioni.  

     
Napoli 28 gennaio 2012 

 

Scarica il Comunicato

No comments

IL SILP INCONTRA IL QUESTORE MEROLLA - TRASFERIMENTI

IL SILP INCONTRA IL QUESTORE MEROLLA

In data 17 gennaio u.s. il  Questore di Napoli Dr. Luigi Merolla ha incontrato il Silp per la CGIL, unitamente alle altre organizzazioni sindacali, per illustrare i criteri da adottare in occasione  dell’arrivo di 59 nuovi agenti previsti per il 23 gennaio 2012.

Il Questore, nel considerare le esigue risorse umane da gestire, ha evidenziato  che in un totale di 59 arrivi se ne dovranno contare 39 in uscita per cui, l’incremento reale e di solo 20 unità.
In tale ottica ha ritenuto opportuno seguire la logica di avvicendare il personale in uscita ed incrementare eventuali sofferenze di singoli uffici, rispettando il criterio della graduatoria interna.
Il SILP, nell’occasione, ha  espresso piena condivisione sui criteri adottati, chiedendo di rinforzare l’organico del Commissariato Secondigliano rispetto a quello previsto, il cui stato di sofferenza è ormai ben noto a tutti.
Infine il Questore, sulle proteste poste in essere dalle O.S. che hanno interessato la vestizione degli abiti civili per il personale avente diritto, ha precisato i criteri seguiti, tenendo conto delle indicazioni stabilite dalla commissione centrale sui materiali individuati, rammaricandosi per non aver previsto nella fase iniziale una maggiore partecipazione dei sindacati.
Il Silp, anche in questa occasione, ha ribadito che la ditta incaricata dovrà tenere fede a quanto concordato nel contratto d’appalto e che, qualora non saranno rispettati i requisiti stabiliti, così come previsto dal Ministero dell’Interno, si dovrà procedere all’annullamento della gara e successiva rimodulazione.
Questa O.S.  vigilerà attentamente affinché la preposta Commissione, in fase di collaudo, accerti la corrispondenza con quanto rilevato nella precedente fase di pre-collaudo.   
   
Napoli 18 gennaio 2012

La Segreteria Provinciale 

 

 

Scarica il comunicato

No comments

IL QUESTORE DI NAPOLI ACCOGLIE LE PROTESTE DEL SILP SUI SERVIZI DI PATTUGLIE APPIEDATE PER IL CONTRASTO ALL’ABUSIVISMO COMMERCIALE DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI AMBULANTI

COMUNICATO SINDACALE

“ IL QUESTORE DI NAPOLI ACCOGLIE  LE PROTESTE DEL SILP SUI SERVIZI DI PATTUGLIE APPIEDATE PER IL CONTRASTO ALL’ABUSIVISMO COMMERCIALE DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI AMBULANTI ”

Come è noto il Silp, con una nota  indirizzata al Questore di Napoli in data 4 gennaio u.s., protestò contro l’organizzazione dei servizi appiedati per il contrasto all’abusivismo commerciale, in quanto a parere di questa O.S. erano organizzati male e creavano enorme dispendio di personale  e di risorse economiche, dando solo l’impressione di “dilettanti allo sbaraglio“.

Il Questore di Napoli, in data 13 gennaio 2012, nel riconoscere le legittime rivendicazioni evidenziate, ha inteso stabilire che, a decorrere dal 15 gennaio 2012, le pattuglie appiedate saranno affidate al Comando di Polizia Locale per la zona di via Toledo, mentre per Corso Umberto e Piazza Garibaldi, saranno organizzate di volta in volta, per un massimo di due volte a settimana, da servizi interforze, nonché dalla Polizia locale.

Sicuramente il carattere residuale dell’impiago del personale di Polizia è un primo risultato che, tuttavia, non ci soddisfa pienamente.

Per quanto sopra premesso, il SILP vigilerà affinché detto servizio termini nel più breve tempo possibile per poi essere affidato, così come previsto, al personale della Polizia Locale.

Nel contempo, è stato chiesto che il personale di polizia venga impiegato secondo precise disposizioni operative, al fine di evitare improvvisazioni. 
Napoli 17 gennaio 2012

LA SEGRETERIA PROVINCIALE

Scarica il comunicato

No comments

Il Silp scrive al Questore - Ufficio Immigrazione - emergenza igienico sanitaria

Al Signor Questore Di Napoli

Oggetto : Ufficio Immigrazione  - emergenza igienico sanitaria -.

Non è più  tollerabile lo stato di degrado in cui versa l’Ufficio Immigrazione, sotto l’aspetto igienico sanitario, dovuto alla mancanza di pulizie degli ambienti e che sta generando enorme disagio e preoccupazione tra gli operatori di polizia e le loro famiglie per la paura di essere contagiati da malattie infettive.

Nei fatti è da tempo che il servizio di pulizia agli ambienti è stato drasticamente ridotto, pur in presenza della particolare peculiarità dell’ ufficio frequentato, prevalentemente, per natura del servizio, da una moltitudine eterogenea di cittadini extracomunitari.

A tal proposito è utile ricordare che, in un recente passato, casi di presunta tubercolosi scoperti tra il personale ci ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica, con  grave nocumento per l’intera polizia napoletana ma soprattutto per la salute dei poliziotti in servizio.

Considerando che settimanalmente viene effettuata dall’A.S.L. competente la consueta disinfezione dei locali, con prodotti che impongono una più accurata pulizia, si può ben capire come la riduzione del servizio influenzi abnormemente l’igiene e la salubrità degli ambienti nei quali si trovano ad operare i colleghi.

Purtroppo, oltre alla mancanza delle pulizie ordinarie, da mesi non viene effettuata la pulizia straordinaria, sia delle stanze che delle vetrate, il Garage e l’archivio sono diventati dei veri è propri ricettacoli di sporcizia, in particolare  l’Archivio è diventato impraticabile per il personale operante in quanto sommerso dalla polvere e da cumuli di spazzatura.

Signor Questore, siamo consapevoli che le risorse economiche a disposizione sono esigue ma sulla salute dei poliziotti non si può risparmiare, se economia va fatta, meglio sarebbe tagliare i privilegi per autisti ed autovetture a disposizione di funzionari e dirigenti, che gravano pesantemente sulle risorse generali dell’Amministrazione e sulla collettività.

Il Silp le chiede di intervenire con la massima urgenza al fine di tutelare la salute degli operatori, caso contrario si vedrà costretto, ai sensi del d.l. 9 aprile 2008, ad attivare l’ufficio ispettivo di vigilanza sulla salute dei lavoratori.

In attesa di determinazioni, Le invio cordiali saluti.

Napoli 12 gennaio 2012

Il Segretario Generale

Tommaso DELLI PAOLI

SCARICA IL COMUNICATO

No comments

IL SEGRETARIO GENERALE TOMMASO DELLI PAOLI SCRIVE AL QUESTORE - SERVIZIO PATTUGLIA APPIEDATA

Al Signor Questore di Napoli

 

Oggetto: pattuglie appiedate.
È dal mese di dicembre 2011 che sono stati avviati servizi di pattuglia appiedata nelle zone del centro cittadino, con impiego di personale degli Uffici e Divisioni della Questura, con finalità di contrasto all’abusivismo commerciale di cittadini extracomunitari ambulanti lungo le principali arterie turistiche.

Appare chiaro che tale tipologia di servizio rientrerebbe tra quelle che devono essere svolte, in via prioritaria, da parte degli appartenenti alla Polizia Municipale.

Ciò premesso, il personale della Polizia di Stato viene impiegato senza alcuna consegna scritta o disposizioni di sorta,  che possano consentire loro di finalizzare l’attività di servizio per la quale sono impiegati da ordinanza.

 È evidente che tale modalità di servizio crea non pochi disagi al personale operante, poiché non vi è possibilità di poter usufruire dei servizi igienici e di ogni altra prerogativa di sicurezza operativa per la tutela degli operatori.
 
Signor Questore, non vogliamo entrare nel merito del servizio, ma ci permetta di osservare che tale impiego non solo appare inutile per la sua efficacia, ma anche dannoso per l’enorme spreco di danaro e di risorse umane.

Per quanto sopra premesso, si chiede un Suo autorevole intervento finalizzato alla revisione di tale servizio.
 
In attesa di urgenti riscontri Le invio cordiali saluti.

Napoli 4 gennaio 2012

Il Segretario Generale

Tommaso DELLI PAOLI

Scarica il comunicato

No comments

IL QUESTORE MEROLLA RISPONDE AL SILP

IL QUESTORE MEROLLA RISPONDE AL SILP

  Il Questore di Napoli, con nota del 30 novembre u.s. risponde alle continue sollecitazioni del SILP per la CGIL, in merito alle carenze di organico e alle pessime condizioni di vita e di lavoro dei poliziotti napoletani in servizio presso alcuni Commissariati e che, allo stato attuale, mettono a repentaglio la sicurezza dei cittadini e degli stessi operatori nell’ambito delle relative competenze territoriali.

  Nei fatti il Questore ci ha assicurato un incremento di 10 unità per il Commissariato P.S. Chiaiano assegnati dal Dipartimento della P.S., e un ulteriore incremento di Agenti ed Assistenti nell’ambito della ripartizione prevista con i prossimi movimenti interni, al fine di garantire una piena valorizzazione ed operatività dell’ufficio, in un territorio ad alto tasso di criminalità.

  Anche per il Commissariato di Secondigliano il Dr. MEROLLA ha assicurato un sufficiente incremento di personale, per consentire una piena attività operatività delle volanti.

  Per quanto riguarda, invece, il Commissariato di Torre Annunziata, per il quale il SILP aveva denunciato una vergognosa situazione di disagio a causa di deficit strutturali dell’attuale edificio ove è ospitato (scrivendo al Sindaco della città vesuviana per invitarlo a far sì che si possa giungere, finalmente, a poter disporre di un’adeguata e dignitosa sede per quel presidio istituzionale di Polizia), il Questore ha assicurato un analogo e coincidente obiettivo da parte dell’Amministrazione della P.S..

   Infine, relativamente al Commissariato P.S. Pianura, per il quale questa O.S. ha denunciato più volte insopportabili condizioni igienico-sanitarie degli uffici e carenze strutturali, il Questore MEROLLA, nelle more di un passaggio a nuova sede, ha interessato l’attuale ente proprietario, al fine di procedere agli urgenti interventi di manutenzione straordinaria che possano in qualche modo contribuire a limitare i disagi connessi alle segnalate gravi difficoltà strutturali dell’attuale sede.

Questo è un primo risultato, che certamente non ci vede appagati e, nell’attesa di conoscere le determinazioni che il Questore intende intraprendere al riguardando delle altre denuncie da noi sollevate su altri uffici di Polizia (in particolare sul Commissariato di Nola), vigileremo affinché quanto promesso si concretizzi.

  Ancora una volta il SILP per la CGIL vede realizzarsi il frutto di un duro confronto sindacale, che ritiene alla base di un’attività di tutela alla quale non rinuncerà mai, impegnandosi con tutte le proprie forze nella ricerca di migliori condizioni di vita e di lavoro, mettendo in primo piano la dignità dei poliziotti, come uomini e come operatori, cercando sempre di rispondere con i fatti alle loro esigenze, evitandogli false illusioni, attraverso la proposizione di “inutili e fantomatici” ricorsi che mirano a carpirne la buona fede e qualche tessera sindacale come sta facendo qualche altra O.S.

Napoli 5 dicembre 2011

     LA SEGRETERIA PROVINCIALE

SCARICA IL COMUNICATO 

 

No comments

IL SILP SCRIVE AL QUESTORE DI NAPOLI

Al Signor Questore di Napoli


 
 
^^^^
         A più riprese e con dovizia di particolari Le abbiamo segnalato le precarie condizioni in cui vive ed opera il personale di Polizia a Napoli ed in particolare presso i Commissariati di Secondigliano e Torre Annunziata ( aspettando anche risposte concrete su Nola, S. Ferdinando, Pianura e Chiaiano ecc.). Purtroppo dobbiamo costatare che Le sue risposte hanno evidenziato invece, in estrema sintesi, che tutto andava bene.
 Se osservatori attenti leggessero le nostre rivendicazioni e le Sue risposte, devrebbero necessariamente concludere che o il Sindacato o l’Amministrazione sono fuori di senno.
 A questo punto pretendiamo che Lei ci dica, sui fatti esposti, che siamo o dei visionari o che ci inventiamo di sana pianta problematiche inesistenti.
 Di contro noi affermiamo invece che Lei omette le necessarie verifiche sulle nostre denunce ed è approssimativo ed impreciso nelle risposte, assolvendo sempre e in ogni modo le deficienze dell’Amministrazione e le manifeste incapacità gestionali di alcuni funzionari.
  
Abbiamo sperato e ancora crediamo che la Sua venuta a Napoli segni una rottura con i comportamenti dei suoi predecessori che, alla Ponzio Pilato, avevano sempre le mani pulite.
  
Ormai è chiaro ad entrambi che siamo alle ultime battute, per questo la invitiamo ad un confronto vero sulle cose da noi più volte denunciate, da tenersi nei prossimi giorni. In mancanza daremo corso ad ogni forma di consentita protesta, che ci vedranno prima manifestare davanti agli uffici interessati e poi, con le certificate inadempienze strutturali, di direzione ed operative, a gridarle sotto la Questura con tutta la rabbia degli operatori di Polizia di Napoli e provincia.
In attesa di riscontro Le invio distinti saluti.

  
Napoli 21 novembre 2011            

Il Segretario Generale

                                   Tommaso DELLI PAOLI        

  Scarica la lettera al Questore

   

 

No comments